Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
image_pdfimage_print

ComPassione


Compassione, questo ho provato difronte a questa rappresentazione delle Passione di Cristo all’interno del Duomo di San Giorgio a Ragusa Ibla. Le statue, dopo le processioni cittadine della Settimana Santa trovano collocazione all’interno; dietro la raffigurazione di Cristo flagellato era posta quella dell’Addolorata. Mi ritrovai difronte alle lacrime di una madre per la Passione del figlio. 

Nessuna immaginAzione è possibile sull’argomento, cedo alla Fotografia ed alle parole del Vangelo secondo Matteo, il compito di indurre a riflettere chi legge ed osserva.

Allora i soldati del governatore condussero Gesù nel pretorio e gli radunarono attorno tutta la corte. Spogliatolo, gli misero addosso un manto scarlatto e, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo, con una canna nella destra; poi mentre gli si inginocchiavano davanti, lo schernivano: «Salve, re dei Giudei!». E sputandogli addosso, gli tolsero di mano la canna e lo percuotevano sul capo.

Dopo averlo così schernito, lo spogliarono del mantello, gli fecero indossare i suoi vestiti e lo portarono via per crocifiggerlo

Vangelo Mt 26,14 – 27,66

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

# #

24 Marzo 2016

Lascia un commento

error: Content is protected !!